Seminarium nt. kultury / "Antonianum" Rzym

W dniach od 11 do 13 lipca br., Kuria Generalna naszego zakonu oraz Papieski Uniwersytet "Antonianum" w Rzymie, oranizuje seminarium nt. "Kultury postmodernistycznej ..." (zob. poniższy list):

 

Cari Fratelli, il Signore vi dia pace.

L’Ordine dei Frati Minori e la Pontificia Università “Antonianum” sono lieti di invitarLa a un seminario sul tema: “ La cultura post-moderna e il cammino francescano: il contesto e le prospettive”. Il seminario si svolgerà in due incontri: il primo avrà come obiettivo l’ascolto critico della situazione culturale segnata dalla post-modernità e dal fenomeno della globalizzazione; il secondo sarà dedicato ad una riflessione ermeneutica a partire da una pluralità di punti di vista del francescanesimo, nella sua storia e nella sua attualità. La finalità di questo seminario sarà quella di pubblicarne i contributi in un libro, perché possano servire come materiale di riflessione per l’Ordine dei Frati Minori, in vista del prossimo Capitolo Generale del 2015.

Il primo seminario si terrà dal 11 al 13 luglio 2012 presso la Pontificia Università “Antonianum”. A questo primo incontro è stato invitato come relatore il prof. Gianni Vattimo, che presenterà gli aspetti fondamentali della cultura post-moderna. Altri contributi in dialogo con il precedente saranno offerti da altri specialisti. Il seminario si concluderà con una giornata nella quale i partecipanti rifletteranno e rielaboreranno sulle problematiche emerse, individuando i temi fondamentali da sviluppare. La scelta della data è stata legata alla disponibilità dei relatori e al desiderio di partecipazione del Definitorio Generale.

Il secondo seminario si terrà dal 29 al 31 gennaio 2013 presso la medesima sede. Durante questo incontro i partecipanti al seminario presenteranno le loro osservazioni e proposte (papers) in modo da far interagire il pensiero francescano con la cultura contemporanea, a seconda dei loro campi di ricerca scientifica.

I partecipanti al seminario si impegneranno a preparare in vista del secondo incontro i sopramenzionati papers (3-5 pagine) che saranno presentati e discussi durante l’incontro, così da fornire i testi per la pubblicazione finale.

Con questa lettera La invitiamo personalmente a partecipare al seminario; la partecipazione è gratuita; a chi non è residente a Roma, l’ospitalità sarà offerta dal Collegio Sant’Antonio presso la Pontificia Università “Antonianum”. E’ prevista la traduzione simultanea in lingua inglese, italiana e spagnola.

Per organizzare nel modo migliore possibile questo evento, La preghiamo cortesemente di darci la conferma della sua partecipazione entro le prossime 2 settimane all’indirizzo e-mail del segretario Maksym Kopiec ofm: maksymk@libero.it.

Sperando in una Sua positiva risposta, Le porgiamo i nostri cordiali saluti.

Priamo Etzi ofm (Rettore Magnifico)
Ángel Darío Carrero ofm (Coordinatore del Seminario)

 

Program seminarium jest nastepujący:

11.07.2012 – primo giorno

Mattina - modera: prof. Vincenzo Battaglia ofm

Ore 09.30. Introduzione

Intervengono:

R.mo p. fr. José Rodríguez Carballo, Ministro Generale dell’Ordine dei Frati Minori
R. p. prof. fr. Priamo Etzi ofm, Rettore Pontificia Università “Antonianum”
R. p. prof. fr. Ángel Darío Carrero ofm, Coordinatore del seminario

Ore 09.45 Intervista con il prof. Gianni Vattimo, professore emerito di filosofia dell’Università di Torino
Ore 10.30 Pausa
Ore 11.00 Relazione del prof. Gianni Vattimo

Pomeriggio - modera: prof. Giuseppe Buffon ofm

Ore 16.00 Costituzione di cinque gruppi divisi secondo le varie aree tematiche (laboratorio):

- Critica alla metafisica (coordina il prof. Dario Antiseri)
- Ermeneutica (coordina il prof. Sidney Mascarenhas  ofm)
- Opportunità del cristianesimo (coordina il prof. Paolo Martinelli ofm cap)
- Centralità della carità (coordina il prof. Lluis Oviedo  ofm)

Ogni gruppo elabora delle domande di chiarimento da sottoporre al prof. Gianni Vattimo.

Ore 17.00 Pausa
Ore 17.30 I coordinatori di ciascun gruppo espongono questioni aperte che richiedono una chiarificazione.

12.07.2012 – secondo giorno

Mattina - modera: prof. Ángel Darío  Carrero ofm

Ore 9.30 Pannel

Interventi del prof. Carmelo Dotolo, del prof. Orlando Todisco ofm conv, in presenza del prof. Gianni Vattimo

Ore 10.45 Pausa
Ore 11.15 Dialogo aperto

Pomeriggio - modera prof. Cesare Vaiani ofm

16.00 Intervento del prof. Lluis Oviedo
16.20 Relazione della prof.ssa Adela Cortina (l'Università di Valencia, Spagna)
17.30 Dialogo aperto con la prof.ssa Adela Cortina

13.07.2012 – terzo giorno

Mattina - modera: prof. Ambrogio Nguyên Van Si ofm  

09.30 Lavori di gruppo

a) Costituzione di sei gruppi sulla base di diverse discipline scientifiche:

1. storia e diritto (coordina il prof. Giuseppe Buffon ofm);
2. spiritualità e mistica (coordina il prof. Cesare Vaiani ofm);
3. filosofia, scienze e cultura (coordina il prof. Francisco Rodriguez ofm);
4. teologia oggi (coordina il prof. Vincenzo Battaglia ofm);
5. etica e morale (coordina il prof. fr. Nilo Agostini ofm);
6. accompagnamento formativo (coordina il prof. fr. Albert Schmucki).

I gruppi cercheranno di individuare le sfide lanciate dall’attuale contesto culturale della post-modernità che sono inerenti al campo specifico di ogni gruppo.

b) In seguito si proverà – facendo una sintesi del lavoro – a indicare possibili piste di ricerca, che si ritengono adeguate per individuare vie di risposta ad  una tale sfida insita nella culturale odierna. In un tale laboratorio si raccomanda di affrontare i temi secondo una ermeneutica francescana.

c) Ogni gruppo presenterà anche una bibliografia minima che potrebbe agevolare l’ulteriore ricerca all’interno dello specifico campo disciplinare.

Ore 12.30 Pranzo

Pomeriggio - modera: prof. Giuseppe Buffon ofm

Ore 16.00

Presentazione sintetica, a cura dei coordinatori, delle proposte generali emerse nei gruppi

Ore 18.00 Pausa
Ore 18.30 Conclusione: prof. Ángel Darío Carrero ofm

 

GRUPPO DI COORDINAMENTO DEL SEMINARIO

prof. fr. Ángel Darío Carrero ofm (Coordinatore);
prof. fr. Priamo Etzi ofm (Rettore Pontificia Università “Antonianum”);
prof. fr. Ambrogio Nguyên Van Si ofm  (Presidente della commissione per lo studio interdisciplinare sullo stato dell’Ordine Presidente de la Comision para el estudio interdisciplinario de la situacion de la Orden);
prof. fr. Maksym Kopiec ofm (Segretario);
prof. fr. Giuseppe Buffon ofm (Assistente);
Prof. fr. Cesare Vaiani ofm.

MODERATORI DEI LABORATORI E DEI SEMINARI

prof. Nilo Agostini ofm;
prof. Dario Antiseri;
prof. Vincenzo Battaglia ofm;
prof. Giuseppe Buffon ofm;
prof. Paolo Martinelli ofm;
prof. Sidney Mascarenhas ofm;
prof. Lluis Oviedo ofm;
prof. Francisco Rodriguez ofm;
prof. Albert Schmucki ofm;
prof. Cesare Vaiani ofm;

RELATORI

GIANNI VATTIMO è nato nel 1936 a Torino, dove si è laureato in Filosofia con Luigi Pareyson. Ha poi proseguito gli studi in Germania e, al ritorno in Italia nel 1964, ha iniziato a insegnare all’Università di Torino, prima Estetica e poi Filosofia Teoretica. In quarantacinque anni di insegnamento, è stato Preside di Facoltà (a Torino, negli anni ’70) e visiting professor in diverse università americane (Yale, Los Angeles, New York University, State University of New York). Ha ricevuto, nel 2002, il Premio "Hannah Arendt" per il pensiero politico, e la President's Medal della Georgetown University nel 2006; nel 2010 ha tenuto le prestigiose Gifford Lectures presso l'Università di Glasgow. Nel 1997 è stato nominato Grande Ufficiale al Merito della Repubblica italiana. Attualmente è vicepresidente dell’Academía da Latinidade. Nel 2009 è stato rieletto al Parlamento europeo, dopo il primo mandato dal 1999 al 2004.

Vattimo ha proposto un’interpretazione dell’ermeneutica filosofica contemporanea che ne accentua il legame positivo con la tradizione del nichilismo. La sua prospettiva filosofica, il “pensiero debole”, interpreta il nichilismo come indebolimento delle categorie forti, tramandate dalla metafisica e criticate già da Nietzsche e da Heidegger. Un tale indebolimento dell’essere – che non si attribuisce più caratteristiche definitive e violente, ma si riconosce più legato al tempo, alla vita e alla morte – è la nozione-guida per capire i tratti dell’esistenza dell’uomo nel mondo tardo-moderno, e (nelle forme della secolarizzazione, del pluralismo e della tolleranza) rappresenta anche il filo conduttore di ogni progetto di emancipazione politica. Rimanendo fedele alla sua originaria ispirazione religioso-politica, Vattimo ha sempre coltivato una filosofia attenta ai problemi della società: un pensiero che interpreta la storia dell’emancipazione umana come una progressiva riduzione della violenza e dei dogmatismi, a favore di un superamento delle ingiustizie sociali che da questi derivano.

Gianni Vattimo si è inizialmente occupato di ricerche di estetica antica (Il concetto di fare in Aristotele, 1961) e allo studio del significato filosofico delle poetiche dell’avanguardia (Poesia e ontologia, Mursia 1967). I suoi studi su Heidegger e Nietzsche, e in generale sulla filosofia tedesca dell’Ottocento e del Novecento (Essere, storia e linguaggio in Heidegger, Edizioni di Filosofia 1963; Schleiermacher, filosofo dell’interpretazione, Mursia 1968; Introduzione a Heidegger, Laterza 1971; Il soggetto e la maschera, Fabbri-Bompiani 1974; Introduzione a Nietzsche, Laterza 1984). Nel 1980 ha pubblicato Le avventure della differenza. Che cosa significa pensare dopo Nietzsche e Heidegger. Vattimo ha curato il volume Il pensiero debole (Feltrinelli 1983, in collaborazione con Pier Aldo Rovatti), opera nella quale si propone un’interpretazione del postmoderno come passaggio dalle unità forti alle molteplicità deboli, dal dominio alla libertà, dall’autoritarismo alla democrazia. Negli anni successivi, sulla scorta del successo che il “pensiero debole” incontrava nella discussione filosofica internazionale, la riflessione di Vattimo ha approfondito il senso di un’ermeneutica filosofica orientata all’indebolimento e all’emancipazione dalla metafisica, fino all’uscita di Oltre l’interpretazione. Il significato dell’ermeneutica per la filosofia (Laterza 1994), che propone un bilancio dell’intero progetto.

Negli ultimi anni, con Credere di credere (Garzanti 1996), Dopo la cristianità. Per un cristianesimo non religioso (Garzanti 2002) e Il futuro della religione. Carità, ironia, solidarietà (Garzanti 2005), Vattimo recupera anche l’interesse per una lettura filosofica dei temi del religioso e interpreta il significato positivo del cristianesimo attraverso il concetto di indebolimento: la stessa incarnazione di Dio nel Figlio è un evento connesso al processo di riduzione delle strutture forti della metafisica, evento nel quale Dio si abbassa e perde le connotazioni terribili attribuitegli dalle religioni primitive. Il messaggio cristiano della carità (“Ama il prossimo tuo come te stesso”) diventa – ancora in chiave politica – la base per una società della tolleranza, nella quale la verità esiste laddove si raggiungono, attraverso il dibattito, posizioni consensuali. (cfr. giannivattimo.blogspot.com)

ADELA CORTINA, professoressa di Etica e Filosofia Politica presso l'Università di Valencia, prima donna ad essere eletta membro della Real Academia de Ciencias Morales y Politicas (Madrid). Opere:Dios en la filosofía transcendental de Kant, Salamanca, Universidad Pontificia, 1981;Crítica y utopía: la Escuela de Frankfurt, Madrid, Cincel, 1985;Razón comunicativa y responsabilidad solidaria, Salamanca, Sígueme, 1985, pp. 276; Epílogo de K.O. Apel; Ética mínima. Introducción a la filosofía práctica, Madrid, Tecnos, 1986, pp. 286; Ética sin moral, Madrid, Tecnos, 1990; La moral del camaleón. Ética política para nuestro fin siglo, Madrid, Espasa-Calpe, 1991; Ética aplicada y democracia radical, Madrid, Tecnos, 1993; Ética de la sociedad civil, Anaya/Alauda, Madrid, 1994; Ética civil y Religión, Madrid, PPC, 1995;  El quehacer ético. Guía para la educación moral, Madrid, Santillana, 1996; Ciudadanos del mundo. Hacia una teoría de la ciudadanía, Madrid, Alianza, 1997; Hasta un pueblo de demonios. Ética pública y sociedad, Madrid, Taurus, 1998; Democracia participativa y sociedad civil. Una ética empresarial, Santafé de Bogotá, Fundación Social/Siglo del Hombre editores, 1998; Ciudadanos como protagonistas, Barcelona, Círculo de Lectores / Galaxia Gutenberg, 1999; Alianza y Contrato. Política, ética y religión, Madrid, Trotta, 2001; Por una ética del consumo. La ciudadanía del consumidor en un mundo global, Madrid, Taurus, 2002; Ética de la razón cordial. Educar en la Ciudadanía en el Siglo XXI, Nobel, Oviedo, 2007.

CARMELO DOTOLO, Professore di Teologia delle Religioni nella Pontificia Università Urbaniana, è Presidente della Società Italiana per la Ricerca Teologica  (S.I.R.T.). Tra le sue ultime pubblicazioni: La rivelazione cristiana. Parola, evento, mistero, Paoline 2002; La missione oggi. Problemi e prospettive, Urbaniana University Press, Città del Vaticano 2002; Gesù Cristo Figlio di Dio e Signore, EDB, Bologna 2004; Pluralismo e Missione. Sfide e opportunità, Ed. Urbaniana University Press, Città del Vaticano 2005.

ORLANDO TODISCO, francescano conventuale, è docente di Storia della filosofia medievale all'Università di Cassino e al Seraphicum di Roma. Fra le sue recenti pubblicazioni: G. Duns Scoto filosofo della contingenza (Padova 1996); Guglielmo d'Occam filosofo della libertà (Padova 1998); Averroè nel dibattito medievale (Milano 2000); Il De Magistro di sant'Agostino (Roma 2001), Lo stupore della ragione. Il pensare francescano e la filosofia moderna, (Padova 2003); La libertà fondamento della verità. Ermeneutica francescana del pensare occidentale, (Padova 2008).

 

 

 

Provincia Najsvatejsieho Spasitela
Prowincja Św. Franciszka
Prowincja Wniebowzięcia NMP
Kuria Generalna
Prowincja Św. Jadwigi